scicli

Benvenuti a Scicli, terra di sole, mare, arte e folklore.

Elio Vittorini, uno dei più illustri scittori del ‘900 definì Scicli la città più bella al mondo per la capacità di trasmettere un’atmosfera di quiete, eleganza, equilibrio umanistico ed architettonico. Grazie al suo patrimonio monumentale di grande valore architettonico, artistico e storico, Scicli è entrata a far parte della Word Heritage List dell’UNESCO nel giugno del 2002.

Storia

Insieme ai reperti siculi, greci e romani, Scicli possiede testimonianze tardo medievali e rinascimentali, barocche e rococò, neoclassiche e novecentesche in una continuità ancora leggibile. La cittadina è piena di chiese, palazzi, pitture e sculture di grande qualità artistica che raccontano la ricostruzione successiva al terremoto che nel 1693 la distrusse insieme a tutta la Val di Noto.

Folklore

Scicli, tra spunti religiosi e caratteri profani, conserva gelosamente le sue feste tradizionali che vengono riproposte ogni anno coinvolgendo tutta la popolazione ed attirando migliaia di visitatori. Tra queste feste le più degne di menzione sono: la Cavalcata di San Giuseppe, la festa di Pasqua e quella delle Milizie.

La Festa di San Giuseppe si tiene a marzo ed è caratterizzata dalla sfilata di cavalli bardati con fiori. Le bardature sono delle spettacolari opere d’arte effimera. A Pasqua la festa esplode con la processione del Cristo Risorto che gli sciclitani chiamano Uomo Vivo o ‘u Gioia (il Gioia). Tutta la città si riversa in strada per accompagnare le sfrenate corse del simulacro che portato a spalla ondeggia e gira sulla folla. Spettacolo puro.

L’ultimo sabato di maggio si chiudono le feste di primavera con la Festa della Madonna delle Milizie, la patrona di Scicli. Per celebrare la Madonna guerriera viene allestito un grande spettacolo in piazza che rievoca un episodio del 1091. Secondo una leggenda l’esercito Saraceno sarebbe sbarcato sulle coste di Donnalucata per conquistare l’isola, i cittadini di Scicli supportati dall’esercito Normanno si sarebbero opposti ma avrebbero ottenuto la vittoria solo grazie all’intervento della Madonna.  La Vergine in groppa ad un cavallo bianco con la spada in pugno avrebbe cacciato gli infedeli.

Scicli e il commissario Montalbano

Scicli è da anni il set più importante della fiction il commissario Montalbano. La fiction di Rai 1 viene girata in via Francesco Mormino Penna e all’interno del Municipio diventanto il commissariato di Vigata. Scene significative sono state girate anche nelle borgate marinare, nei pressi della fornace Penna di Pisciotto (la famosa Mannara) e nelle cave della città.

Altra fiction girata a Scicli è stata la serie Il Capo dei Capi con parecchie scene che vedono protagonisti i luoghi di questa bella cittadina.

Se volete visitare Scicli vi suggeriamo Visit Vigata, guida per scopire la provincia di Ragusa e i luoghi di Montalbano.

Visit Vigata